Pubblicato da: occhineri82 | settembre 19, 2006

” E poi a un tratto l’amore scoppiò dappertutto” ( FDA)

…sto guardando il sito della Fondazione Fabrizio De André (http://www.fondazionedeandre.it/index.html)…
Prima pagina: E poi a un tratto l’amore scoppiò dappertutto.
 
Ho visto molti titoli di tesi sul Poeta; e sarebbe bello, fra quelli, fra poco, sorgesse anche il mio.
"La parola cantata come riflesso della società / La parole chantée comme reflet de la société".
 
L’amore scoppiò dappertutto.
Già…
 
Chissà perchè non si fa altro che parlare d’Amore.
Sempre, comunque e con chiunque.
Se ne parla quando ci fa stare bene, se ne parla quando ci fa stare male…
 
Domenica sera..una panchina con vista città…mille luci colorate che sembravano brillare, che cercavano di delineare i contorni di una città notturna irriconoscibile..freddo. Mani in tasca, forse anche per stringere forte lo stomaco, anche con le mani, per tenerlo, per evitare ulteriori sussulti dovuti a quel groppo che proprio non vuole scendere più giù.
Alessandra e Barbara.
Forse, mai state così vicine come adesso.
Un’amicizia a distanza, come molte mie altre cose…ma che dura nel tempo, intatta.
Si è parlato anche di questo, del concetto di distanza.
E sebbene io da poco più di un anno abbia capito veramente quanto dannosa sia stata la "distanza" nella mia vita, perchè mi sento un po’ d’essere cresciuta A DISTANZA da molte cose, persone, soprattutto…ho capito anche che sono in grado di gestirla. Di affidare i sentimenti non solo alla vicinanza o alle persone vicine.
Sono anche in grado di credere che le cose possano esistere nonostante i chilometri e le vite diverse che si conducono.
Io e lei, ne siamo un esempio.
Io e lei, vicine anche se distanti, perchè i cuori, sovente, si ritrovano nel silenzio.
 
Due cuori, i nostri, parlavano, si ponevano domande…sempre quelle domande alle quali nessuno riesce a dare una risposta…solo qualche accenno di supposizione…può essere, forse, sarà stato per…
Io cercavo risposte da lei….e lei le cercava da me…ed intanto quel vento si era fatto più freddo…ma i pensieri..no, quelli no, non si erano placati.
 
Alle tre di notte, i nostri cuori hanno deciso che, forse, era ora di smetterla…
La conclusione?
"Noi…siamo noi le cretine…".
Aggiungo io: le cretine sentimentali.
 
Alessandra…"Buona notte…e mi raccomando: chiodo schiaccia chiodo". Sorriso.
E con quel sorriso, ingrano la prima, piede sull’acceleratore, stacco la frizione e torno a casa…
Già..chiodo schiaccia chiodo.
…riuscirci…
 
 
 
Annunci

Responses

  1. ciao passavo di qui e ti lascio la mia firma

  2. un maestro ke amava quella terra con la stessa irruenza con cui l\’amo io….e ha fatto della mia gallura selvaggia la sua ultima dimora.
    …nn vedo l\’ora di leggerla…anzi di sentirla la tua tesi!
     
    bacio
    Ape


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: