Pubblicato da: occhineri82 | novembre 4, 2006

Al rientro…

Blues in sottofondo, tisana accanto, bollente, prima di andare a dormire, al tiglio e menta.
 
Sono da poco tornata a casa da una giornata vissuta a mille all’ora. E non riesco ancora ad essere davvero stanca… dovrebbero essere tutte così, le mie giornate.
Piene, girovaghe, con il sorriso che sboccia sulle labbra.
 
Giornata a Torino. Ed ogni volta che ci vado, la trovo sempre più bella.. mi rilassa . Quelle persone, quel movimento, quei rumori, quella vita brulicante e non invadente..tutto mi appartiene, tutto mi tranquillizza.
Anche se , devo essere sincera, oggi il nervosismo non è mancato…
 
Toni, Monica, Biagio e poi ancora Monica.
 
I minuti corrono, veloci…treno, casa, doccia, trucco veloc(issimo)e; Remy mi passa a prendere per andare alla cena: Sagra della Toma.
Cena a base di piatti tipici piemontesi…
Era da davvero tanto che non mangiavo così di gusto… gli eventi dell’ultimo periodo mi hanno annientato la fame e l’appetito, soprattutto… ma ‘sta sera no, davvero no…
Cena assolutamente anti-dietetica.. ma..chissenefrega, per una volta ce lo possiamo concedere, no??  😉
 
Che mangio…decido di assaggiare tutto.
-Paletta ( tipo prosciutto..mi hanno spiegato che è una parte del maiale, fatta bollire con gli aromi) e salame
-Castagne al burro
-Formaggio di capra, noci e miele ( e nonostane il mio odio cortese nei confroti del miele, l’ho mangiato comunque…)
-Riso alla "cagnun" ( pieno zeppo di toma fusa e filante…)
-‘l Fricc’ ( una botta di vita assurda…mai mangiato nè sentito mai.. burro, toma fatta rosolare nel burro, e appena scilota, ci si spacca un uovo nel mezzo… 🙂  )
– Bollito e cotica ( che NON ho mangiato) con bagnetto di prezzemolo, aglio e peperoncino
-insalata e cipolle
-Rustìa (dolce mai assaggiato prima: pane bagnato nel vino, fatto friggere nel burro, sul quale poi sopra si è spolverato dello zucchero. Servito caldo, e croccante)
-Caffè.
 
Il tutto, accompagnato simpaticamente da una bella bottiglia da 1,5 l di Barbera del Piemonte, che Remy ed io siamo riusciti a bere per circa i 3/4..solo noi due…
E dopo, per concludere, fra mie canzoni imprrovisate in un improvvisato piemontese ( ma vi immaginate, me, cantare in piemontese????), ancora due chiacchiere in un pub poco distante da casa mia, il Sut’l’ala… foto.
 
Mi sono rilassata…
Ci voleva. Ci vuole un po’ di vita "bucolica", ci vuole un po’ di semplicità, ci vuole non stare a pensare a niente, neppure ai Polli e ai Cretini che vagano per l’aia.
 
Penso.
A visi, parole, sguardi, abbracci anche solo accennati, ad occhi feriti da mie parole, a parole, anche quelle non dette.
 
Penso.
Penso che domani la mia unica vera amica, quella di sempre, partirà per una nuova vita, la sua.
Penso… paure, esitazioni…felicità.
Voglio che lei sia felice…e questa nuova vita, la sua, è la felicità…la SUA felicità.
E così, domani, l’accompagnerò in stazione…
 
Penso.
Natalia, Monica, Biagio. Toni.
 
Penso.
Vi penso…
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: