Pubblicato da: occhineri82 | novembre 9, 2006

La bocca della verità.

 
8 ottobre 2006.
Casa mia, 15.30 circa.
 
Rossella ed io in cucina; si parla, mentre metto i piatti del pranzo con Rossella, James, Noelia, Thierry, Thomas in lavastoviglie.
 
Driin.
La guardo…poca finezza nel chiedermi chi fosse…
Apro.
Una signora mai vista prima, un pacco appoggiato per terra.

– " Bonjour".

– " Bonjour Madame".

– " Mlle Pipone?"

– " Uhm..oui, Pipitone, c’est moi".

– " Ah, oui, pardon…Pipitone".

Traffica con fogli, si china sul pacco..io la scruto, la osservo. Si rialza, la guardo ancora insistentemente.
 
– " Qu’est-ce que c’est?".

– " Ce sont des fleurs pour vous".

Fiori?? Fiori per me??
No, impossibile, avranno sbagliato… e poi nessuno sa il mio indirizzo…

– " mais…vous en etes sure??? Pour moi???"

Ride.

– " Oui, oui..pour vous!".

Ride ancora. A me iniziano a tremare le gambe.
Ma chi è.. Rossella dietro di me che già aveva i lacrimoni che dicevano " Anch’io… ".

– " Mais…c’est qui??"

– " Un admirateur".

Ahahaha, rido io, ‘ sta volta…un ammiratore?? Me?? Ahahaha!!

– " Bon…un admirateur je crois pas..mais..bon…on verra…".

Lei ride. Gli altri, curiosi come non mai, ridono.
Per non sapere bene né che fare né che pensare, cerco di smorzare un po’ la (MIA) tensione… " on rigole bien de l’autre coté"…
La signora, ridendo, mi molla in mano un qualcosa…

– " Je dois faire quoi?"

– " Juste une signature".

Ah, già, che cretina…devi firmare…
Giuro, non sto capendo.
 Pacco in mano. La porta si chiude, guardando la signora scendere le scale, pensando ancora una volta di essere la destinataria sbagliata, sentendo gli altri dire solo una frase " Mais c’est qui?? C’est qui??".
Io solo una cosa: confusa. Rido come un’isterica.
Soggiorno. Appoggio il pacco sulla sedia…esclamo due tre cose…apro il pacco.
Un bouquet bellissimo. Ho quasi paura a toccarlo, non voglio rovinarlo.
Ma… prima di prenderlo, osservarlo, annusarlo…
Un biglietto.

 " La bocca della verità".

 Capisco. Tempo zero. Mi appoggio al muro.. solo gli occhi addosso…quelli degli altri. Io, completamente abbandonata su quel muro, a farmi milioni di domande alla velocità della luce… dico solo una cosa: " Il est fou". E’ pazzo.

Voglio questa cosa rimanga solo mia…corro in cucina..Rossella mi segue…cerco di spigarle, tra le risate, mie, dolcemente isteriche e teneramente confuse; arriva Noelia. Attiva francese. Cerco di spiegare anche a lei.
Il bouquet è eccezionale.
Le ragazze mi aiutano a spacchettarlo. Vaso, acqua. Lo guardo…giro come una cretina per casa. Bello.
Ho il cuore in gola, ma non posso nè voglio dirlo.
Da tanto non mi sento così…così scema, con il sorriso un po’ da ebete, grazie a qualcuno.
Bagno. Al momento è la stanza più initima.
Almeno gli dico che sono arrivati…
" ..t’as su me faire rougir..et je te jure que ça n’arrive pas souvent.
La bocca della verità dit que t’es fou.
Ce soir je t’appelle 🙂 "
 …e non riesco ancora a prendere sonno…
La bocca della verità.
 
🙂 
Annunci

Responses

  1. joli bouquet !

  2. Oui, c\’est vrai…qui l\’a choisi, il doit avoir du gout…
    🙂
     
    Buona notte 🙂

  3. ahahahah sei talmente in palla ke hai scritto 8 ottobre! ahahahah!!! sono excited io x te!!!!
    ma ke bellooooooooooooooooooooooo!!!
    Manu


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: