Pubblicato da: occhineri82 | gennaio 7, 2007

Solo tu sai…

…aspetto che i miei pomodori ripieni si cuociano. E nel frattempo scrivo.
Qualche pensiero.
Di quelli che mi stanno tomentando, di quelli che mi hanno rapito la testa, ed anche il cuore.
 
Sono stanca, indecisa, impaurita, insicura, fragile.
Tutto il peggio di me sta uscendo in quest’ultimo periodo.
Mille domande, ancora più insicurezze. Per non parlare del senso di impotenza che mi sta accompagnando da un mese a questa parte.
 
Solitudine, malinconia, rabbia, nervoso.
 
L’esame, questa ULTIMA parte di questo ultimo maledetto esame, si avvicina, più di quanto io non immaginassi, ed i punti interrogativi si ingrandiscono a dismisura.
Il senso di "usura" che la mia pelle sta provando non può essere cancellato da una doccia. Nè, tantomeno, con un, metaforico o meno, colpo di spugna.
 
e non ci credere quando ti dicono
che sei speciale
i complimenti costano poco
e certe volte non valgono di più
quello che sei, dove vai, cosa vuoi
lo sai soltanto tu…
 
Penso.
Penso come una persona possa cambiare e farsi travolgere così tanto da ciò che gli succede attorno. Nella vita.
Invidio chi riesce davvero a fregarsene di tutto e tutti; invidio chi è egoista.
 
Ora… ora mi sembra di essere tornata indietro, io, divisa fra i miei alti e bassi, fra i miei umori, malumori e, concedetemi il neologismo, benumori.
 
Questa mattina, non so perchè..ho sentito il bisogno di rifugiarmi. Da sola. Nuda, senza oggetti, quasi invisibile…tuta, scarpe da ginnastica, sciarpa, capelli raccolti in un’improvvisata coda di cavallo…un po’ sciatta, direi io di me stessa.. ma era così che volevo uscire, era così che volevo andare… ho sentito il suono di campane…sono corsa alla cattedrale.
E’ la seconda volta in vita mia che mi succede…di sentire il bisogno di stare in quel grande spazio raccolto, dove sembra si respiri serenità.
Sincera serenità.
Odore di incenso, luce soffusa, piccole fiammelle che seguono il circolo leggero e delicato dell’aria, fredda, quasi immobile.
E’ la seconda volta che mi succede e, guarda caso, entrambe le volte sono accadute da quando ho cambiato vita.
Lo scorso anno a Chambéry…un pomeriggio…sono entrata ed ho parlato "da sola". Come oggi.
 
Mi sento cresciuta, in due anni credo di essere cresciuta per cinque…il senso di protezione che ho nei miei confronti è aumentato notevolmente,  lo capisco dal bisogno di ascoltarmi che provo, dal tempo che mi dedico, dalle piccole cose che faccio per me. Ho sempre saputo che la sola persona che ci può amare veramente è noi stessi. Ed adesso ne ho davvero la prova.
 
Ma quando qualcosa viene a meno, quando qualcosa ti sfugge e perdi, anche se minimamente, il controllo della situazione…come adesso…allora un bisogno naturale, spontaneo emerge…un bisogno di essere ascoltato, un bisogno di chiuedere aiuto, un bisogno di "parlare da sola"…
Oggi è successo questo.
E due lacrime sono uscite da sole..spontanee…davanti una semplice candela accesa…ed una statuta, che mi guardava fissa negli occhi.
 
Annunci

Responses

  1. Oooh! Un blog interessante di una persona interessante! Sono molto contento se ogni tanto verrai a trovarmi! Mi interessano le tue opinioni! Perciò se ti va, sai dove trovarmi!
    Ho letto l\’intervento.. Davvero molto bello.
    Un pò triste, ma anche intenso e coinvolgente.. Un\’aroma che si solleva dalle parole, una delicata essenza che è nata dalla fusione armonica di consonanti, vocali, frasi e sentimento. Davvero brava!
    E quando qualcosa viene meno?? Beh.. quando qualcosa viene meno continua a scrivere.. Perchè l\’aroma che si diffonde nell\’aria , stupisce, fa riflettere e.. aiuta! L\’esperienza e il sentimento vanno ascoltati, condivisi ed espressi.
    Se poi gli esprimi così, diventa un piacere leggere!!!
     

  2. CIAO SN PASSATA DA QUI…BACI

  3. Ciaoooo sono italina ank io come te,anche se la postazione da dove scrivo noto ke è totalmente diversa dalla tua…adoro la Francia e parlo bene il francese,se t va passa a salutarmi o cmq a dare una sbirciata.un bacio ciao ciao

  4. analogie? si, credo di si, è vero che non sono una di quelle ragazze che  adorano essere uguali alla massa,scarpe uguali ,capelli uguali insommaaa, basta, io voglio essere me stessa, con le mie idee con i miei pensieri. anche a me i miei amici dicono che sono seria, anzi no classica,io mi diverto, rido ,vivo la mia vita cosi\’ come piace a me ,saro\’ classica, o forse troppo seria,ma chi se ne frega,almeno ho un cervello che funziona  che pensa..     credo che  nel giudicare le persone siano solo gelose,invidiose di qualcosa che loro non posseggano e che analizzandoti nel minimo dettaglio cerchino di trovarti tutti i difetti possibili e immaginabili per poi pensare e magari essere contenti d\’avertene trovati.. che gente! come sarebbe bello il mondo se non esistessero simili persone?
    pazienza, il cervello non lo usano tutti!! un bacione
    maria carmela
     
     

  5. quante volte mi è capitato di parlare "da solo". ma so di non essere solo. Sento il profondo bisogno di credere di non essere solo. e non solo quando il mondo non gira come vorrei…facile appellarsi a qualcosa per chiedere soltanto. Anche quando le cose vanno bene, quando sono sulla cresta dell\’onda parlo da solo. Per ringraziare del bel momento!
    …è una sorta di crescita….e tu stai crescendo!
     

  6. siamo stufe di non avere cio\’ che cerchiamo ,dei sotterfugi, delle stupidaggini madornali che le persone commettono forse perchè troppo indaffarate a fare, cosa ,lo  sapranno solo loro. le persone idiote, esistono ovunque, è l\’unica razza che non si estingue mai. oggi sono tutti sofisticati tutti articolati, parlano per metafore, sembrano psicologi ,ma scavando in fondo capisci che sono solo palloni pieni d\’aria.
    sentire, con il cuore oramai non si usa piu\’, anche perchè il cuore prima bisogna cercarlo,poi bisogna capire che altra funzione ha, e bisogna che sappiano che con il cuore si parla ,si sente, si ascolta.  io voglio essere difficile,o magari classica o come caspita vogliono ,ma voglio essere io, con la mia idea di semplicita\’ di sentire, con il cuore, se gli altri non capiscono peggio per loro. si pentiranno di non essere qualcuno in mezzo a tanti , e rimarranno sempre tanti in mezzo ad altri. sii fiera delle tue idee,del tuo cuore della tua sensibilita\’,della tua rivoluzione e ignora gli ottusi,che tra l\’altro troveraqi anche in burundi!!

  7. ciao finalmente sono riuscita a passare nel tuo blog!!!!!!!
    erano mesi che mi promettevo di farlo….!!!!!!
    in bocca al lupo per la tua esperienza!!!!!!
    ciao.se ripassi da me mi fa davvero piacere!!!!!!1


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: