Pubblicato da: occhineri82 | aprile 20, 2007

In partenza…

In tempi come questi
la fuga
e’ l’unico mezzo per
mantenersi vivi
e continuare a
sognare.
( Henry Laborit)
 
… sto per partire.
E questa frase, la frase d’inizio del film " Mediterraneo" (che in questi due giorni di permanenza a Londra sono riuscita a vedere due volte consecutive) sara’ la frase di questo viaggio.
 
Scappare, fuggire.
Due parole che, sempre di piu’, sto sentendomi addosso, come uscire dai pori e rimanere sulla pelle, attaccate come dei francobolli. O come uno di quei tatuaggi mentali che nessuno puo’ cancellare.
 
Ed il tutto, per mantenersi vivi e per continuare a sognare.
 
Thailandia, sto per arrivare.
 
Barbara
 
 
 
 
 
Annunci

Responses

  1. Ciao,
    ti auguro di fare un bel viaggio ricorda, come cerco di fare sempre io nei momenti pochi piacevoli che "E\’ proprio la possibilità di realizzare un sogno che rende la vita interessante." ok non cambia la vita però ha un fondo di verità al quale voglio credere
    Di nuovo buon viaggio
    E ricorda tante fotooo
    Ciao

  2. ciao barbarita …mai una frase del genere la sento mia in qsto momomento..sai unica  cosa ke voglio fare in qstom momento…ma nn posso x sta tesi di merda…allora vedo come unica soluzione …quella di ritornare un a  stare un pò con i miei amici e di nn pensare ……ke kazz farò domani ..e come dice il grande liga di " vivere a orecchio"…
    baciii
    a prest..
    tvb

  3. credo che il dizionario zanichelli e oscar non vadano d\’accordo, che futuro deve avere il mondo con persone del genere? e sono pure convinti d\’essere intelligenti e perspicaci, nonchè psicologi.. mah
    bentornata,bacioni

  4. cred3evo d\’essere io la sola,l\’unica ad essere quasi tormentata da un ricordo,da mille ricordi, da sensazioni, credevo d\’essere ossessionata dal suo pensiero,  e invece no. a volte ci penso, penso a quanto vorrei tornare indietro a quanto vorrei riviere tutto.è impossibile lo so. mi chiedi perchè non si dimenticano le persone? per milardi di motivi alcuni incomprensibili, altri inspiegabili, ma sempe troppo forti, indelebili e, a volte fanno male. a volte le lacrime sono disperate, ti basta un nulla, una frase, un ritornello,una parola  e si ritorna indietro. spesso si impone a noi stessi di non pensarci, di dimenticare, è impossibile, ne ho la conferma da tanto tempo. che si fa? come si fa? come si fa ad andare avanti? penso spesso anche io a lui , sapevo che mi pensava, lo sentivo, adesso non piu\’.mi manca. 
    ancora una volta  anche io mi sento legata a te da un filo invisibile,so che mi capisci ed è un sollievo.
    marilu\’
     

  5. sono tornato io ? e tu parti….????? 🙂
    buon viaggio…..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: